Grotta Tanella: una risorsa per valorizzare il territorio e fare economia di scala


E’ stata inaugurata il 4 luglio scorso la grotta Tanella, un sito d’interesse speleologico, didattico e turistico che, grazie agli interventi dell’Azienda Gardesana Servizi, riapre al pubblico.

Nell’estate scorsa, infatti, Ags aveva coinvolto gli speleologi di Spelogarda nel progetto “Fai vivere la Sorgente” volto al recupero di sorgenti di acqua potabile ad alta quota. Prima tappa la Tanella, uno spettacolare mondo sotterraneo in prossimità di Pai di Sopra che si svela ai suoi visitatori lungo un percorso di 150 metri tra stalattiti, stalagmiti ed erosioni millenarie create dell’acqua.

Valorizzare il territorio e fare economia di scala sono le parole d’ordine a cui risponde l’intervento di Ags e in particolare il recupero della grotta, riaperta al pubblico dopo un anno di lavori, condotti anche grazie alla collaborazione del Comune di Torri del Benaco, all’appoggio della Regione Veneto e della Provincia di Verona.

“Con le 51 sorgenti ad alta quota ad oggi censite - ha spiegato Alberto Tomei, presidente di Ags - possiamo usare l’acqua risparmiando sul consumo di corrente elettrica, dato che non servono più le pompe di sollevamento. Allo stesso tempo siamo vicini al territorio, perché oltre a censire le sorgenti le analizziamo per vedere se è l’acqua è utilizzabile a scopo idropotabile”.